Più info Libro 'Bere acqua di mare & Hamer' Versione per desktop

Acqua di mare per trasfusioni di sangue

L'acqua di mare si può usare nelle trasfusioni.

Il sangue è formato da globuli rossi, bianchi, piastrine,...e dal liquido in cui sono immersi (il siero), nel quale sono disciolte alcune sostanze organiche.

Da 100 anni si sa che il siero del sangue è talmente simile all'acqua di mare diluita (una parte di acqua di mare e tre di acqua di fonte) da poter essere usato per fare trasfusioni.

La proporzione 1 a 3 serve a diminuire la concentrazione dei sali fino ad uguagliare quella del nostro sangue. Con questa diluizione l'acqua di mare si dice "isotonica".

Inoltre presenta i seguenti vantaggi:

  1. non dà problemi di incompatibilità del gruppo sanguigno;

  2. evita la trasmissione di malattie da parte del donante;

  3. è molto più economica e disponibile in gran quantità;

  4. è accettabile anche da quelle persone la cui religione proibisce ricevere sangue da altri.

Il vantaggio più importante:

Le persone o gli animali ammalati cui si somministra, si sentono estremamente rivitalizzati e in poco tempo. (Peggiori sono le loro condizioni, più evidente si avverte l'effetto rinvigorente. Se la persona o l'animale gode di buona salute, non nota assolutamente niente)

René Quinton fu il primo a dimostrare la somiglianza tra l'acqua di mare isotonica e il siero del nostro sangue. Fece esperimenti con cani, dissanguandoli completamente -fino a far perdere loro il riflesso della pupilla!- per poi iniettare loro acqua di mare isotonica. I cani non solo non morivano, ma dopo pochi giorni erano molto più forti e attivi di prima.
Tutti gli esprimenti sono spiegati nel libro "Plasma di Quinton, il mare che guarisce".(Vedi qui una previsualizazione del libro in spagnolo)

Questi esperimenti sono stati ripetuti in Francia (Centre de Recherche Delalande -in francese-) e in Spagna  (Università di La Laguna -Rivista DSalud n.161- ) da pochi decenni. In tutti si ottennero gli stessi risultati di 100 anni fa.

Se usiamo l'acqua di mare isotonica per sostituire il sangue in caso di emorragia, questa non contiene i globuli bianchi, rossi e le altre sostanze del sangue, però fa sì che il corpo continui a funzionare fino a ricreare questi elementi.

Inoltre, nel 2012, all'Università di Alicante (Spagna) hanno studiato il comportamento dei globuli bianchi in acqua di mare isotonica (vedi notizia qui), confermando che in questo mezzo restano vivi, mantenendo inalterate tutte le loro proprietà, cosa impossibile in qualunque altro mezzo artificiale.

Vennero usati globuli bianchi in quanto cellule che abitualmente vivono in completa autonomia, percorrendo tutto il corpo, isolate da altre cellule che potessero influire sul risultato.

Si può anche usare il siero marino (acqua di mare isotonica) al posto del siero fisiologico convenzionale.
Quinton ed esperimenti posteriori dimostrarono migliori risultati clinici utilizzando il siero marino invece del convenzionale. Ciò è abbastanza prevedibile in quanto l'acqua di mare isotonica è neutra, con un pH 7,2 come quello del nostro corpo, mentre frequentemente le soluzioni fisiologiche convenzionali sono acide, con un pH 5,5.
siero normale siero marino
Quando siamo in ospedale recuperandoci da qualunque malattia, se ci iniettano un siero acido il nostro corpo dovrà lavorare di più perché oltre alla guarigione che stava affrontando, dovrà anche compensare il disequilibrio che il siero provoca.

Il siero marino porta sempre benefici in caso di emergenza o di malati terminali, in questi ultimi migliora almeno lo stato d'animo, li calma. Per altre malattie è un rimedio molto potente che si deve usare conoscendo le leggi di Hamer per capire correttamente le reazioni che può provocare. In Nicaragua, il paese dove più si utilizza attualmente nel mondo, lo usano così.

Dott.ssa Ilari:

"Tratto i casi di cancro dal punto di vista del dott. Hamer. I pazienti si curano senza necessità di farmaci però come strumento terapeutico l'acqua di mare è per me il migliore rimedio".

Rivista DSalud.com - n.153 ottobre 2012

Situazione legale

In Francia fino al 1980 l'acqua di mare isotonica era riconosciuta come medicina e pertanto si ricettava, da bere o iniettare. (vedi vademecum francese)

Da allora le leggi sono cambiate, si riconosce solo come "complemento alimentare" e non si può iniettare. Si continua ad iniettarla per via sottocutanea nel trattamento delle ernie discali, con il 100% di esiti positivi (vedi più info in spagnolo qui), ma chi la inietta per via endovenosa, data la situazione legale non può pubblicare i risultati, anche se questi sono tanto spettacolari quanto la prima esperienza di Quinton con un caso umano: gli portarono un moribondo che si era avvelenato, tutti si aspettavano che morisse la notte stessa. Gli iniettò acqua di mare isotonica e il giorno dopo... lo trovò che chiedeva la colazione! (libro "Plasma di Quinton")



Sul sito si vanno aggiungendo contenuti (senza periodicità) e migliorando gli esistenti
Più info


Copyright



Informazioni legali



torna su